Kitty, tre mesi e un riconoscimento col cuore!

kitty,gatto,gatto torna,gatto tornato,gatto torna a casa

Kitty è una bella micia tigrata di poco più di un anno, che vive a Roma con la sua famiglia umana e altri tre gatti. E’ una micia principalmente di casa, anche se qualche volta, per la sua naturale curiosità felina, era riuscita a sgattaiolare via, ma sempre per pochissimo tempo e in occasioni isolate.

Invece lo scorso 28 luglio Kitty decide di prendersi una bella vacanza e.. Se ne va.

La sua amica umana Federica la cerca in ogni dove e in ogni modo, attacca manifesti in tutto il quartiere, segnala lo smarrimento su siti web per animali, ma nulla. In due mesi solo due segnalazioni, che si sono poi rivelati essere altri mici. Federica non demorde ma più passa il tempo, più è visibilmente preoccupata e scoraggiata.

Fino a quando, a più di due mesi di distanza dallo smarrimento,Federica viene chiamata da una ragazza volontaria di un’associazione per animali abbandonati,  che le comunica di avere trovato una micia tigrata che somiglia molto a Kitty, però in tutt’altra zona di Roma, praticamente dall’altra parte della città.

Federica è scettica, la distanza è molta, la volontaria le manda comunque una foto del gatto. Racconta Federica “ Beh, mi mandò una foto e in effetti somigliava a Kitty, però chissà per quale oscuro motivo mi ero messa in testa che non potesse essere lei vista la distanza”

A volte lo sconforto e la sfiducia possono fare brutti scherzi alla nostra mente, Federica infatti sul momento non dà seguito alla segnalazione, ritenendola un falso allarme come le precedenti. Ma il momento dura poco, dopo alcuni giorni infatti la ragazza richiama la volontaria che le aveva mandato la foto per un confronto più approfondito.

Racconta ancora Federica “Combaciava tutto: sterilizzata, femmina, descrizione del manto, carattere”. Federica si fa mandare altre foto della micia, e le osserva attentamente in ogni riga e sfumatura del pelo, confrontandole con i suoi ricordi e con foto precedenti di Kitty. Non c’è dubbio, tutto combacia, ma Federica ancora non ci crede, dubbiosa per la distanza.

Decide però di andare a vedere la gatta di persona, e finalmente il 19 Ottobre Federica e la volontaria riescono a incontrarsi: ed ecco il miracolo. Racconta Federica: “Stento ancora a crederci, ma era proprio la mia Kitty! Quando l’abbiamo vista io e mia madre non l’abbiamo riconosciuta subito ma abbiamo notato la somiglianza incredibile sia fisica sia di comportamento. Abbiamo deciso di portarla a casa per fare una prova, rimanendo d’accordo con la volontaria che eventualmente l’avrebbe ripresa, perchè ancora non eravamo convinte potesse essere lei, sempre ingannate dalla enorme distanza da casa e punto di ritrovo!”.

“E invece” continua Federica “Appena arrivata a casa lei ha riconosciuto subito l’ambiente, è corsa spedita alle ciotole dei croccantini e poi alla lettiera, in pochi minuti ha girato tutta casa, odorava tutto ma io ancora non avevo capito… Poi la vedo che si mette a dormire dove dormiva Kitty, saliva nei suoi posti preferiti, e io cominciavo incredula a pensare che fosse davvero lei… Non so dirvi il momento preciso in cui l’ho capito, mi è corsa incontro facendo i versetti che faceva lei e li ho realizzato! Era proprio lei! Prendo una foto per sicurezza per non farmi illusioni e confronto le linee nuovamente,identiche e soprattutto ne ha una sul volto particolare e c’è anche quella, non ci credo ancora ma è lei! E’ tornata a casa dopo tre mesi! Lei ci aveva riconosciute subito, perché ci aveva fatto le fusa immediatamente, appena ci aveva viste… E noi, invece…”

La nostra mente è estremamente potente, sia in senso positivo che negativo. Se siamo convinti di qualcosa, filtriamo con le nostre convinzioni le informazioni che ci arrivano dall’esterno. E così, tutto può accadere, anche di essere così sconfortati e sfiduciati dalla possibilità di un lieto fine, da non riconoscere immediatamente il proprio gatto.

Conclude infatti Federica “Spero il mio racconto possa essere utile per far capire che bisogna controllare ogni segnalazione,anche la più lontana perché non si può mai sapere! E anche per far capire quanto possa essere difficile anche riconoscere il proprio gatto, se con la mente non si convinti che possa essere proprio lui. Io ero convinta che l’avrei riconosciuta immediatamente e invece ci ho messo due ore a capirlo!”.

Kitty è stata smarrita in zona Cinecittà est, ed è stata ritrovata in zona Castel Sant’Angelo, a 30 km di distanza e con una città trafficata come Roma da attraversare. 

Ps – Federica ci comunica che aveva visitato il nostro sito prima della segnalazione, “ilmiogattoètornato” porta fortuna ! 


Visualizza ilmiogattoetornato in una mappa di dimensioni maggiori

Fonte : testimonianza diretta di Federica. Nella foto: Kitty, foto di Federica

Kitty, tre mesi e un riconoscimento col cuore!ultima modifica: 2011-12-08T18:30:00+00:00da ilmiogattoe
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Kitty, tre mesi e un riconoscimento col cuore!

Lascia un commento