Darky il micio perso e ritornato grazie all’aiutino della rete

darky3.jpgUn’altra storia a lieto fine di un gatto scappato a seguito di un incidente, dopo quella raccontata tempo fa e accaduta a Monopoli. Questa volta però il micio non è riuscito a tornare da solo verso i soccorritori, troppo lo spavento a seguito dell’incidente e forse lo shock di vedere i suoi padroni portati via con l’autolettiga. E così sono serviti tre mesi e un “aiutino” della Rete per ritrovare Darky, un bellissimo gatto nero che il 6 Agosto scorso era in viaggio sull’auto dei suoi aMici umani quando questa era stata violentemente tamponata sull’A1, in località Magliano Sabina, un comune in provincia di Rieti. Rosy Liguori e il marito sono finiti in ospedale e Darky, insieme al suo trasportino volato in mezzo ai campi, chissà dove. Durante i concitati soccorsi, nessuno aveva fatto caso a quella cesta apertasi nell’impatto. Una volta dimessi dall’ospedale e rientrati a Milano, Rosy e il marito iniziano a cercare disperatamente il loro micio.

Vista la lontananza, Rosy ha l’idea di sfruttare la rete internet per diffondere il suo appello. «Avevo un po’ di amici su Facebook. Ho lanciato un gruppo per Darky e grazie a questa rete è partita una ricerca a tappeto». 

Darky è stato infine ritrovato il 17 Ottobre, a quasi tre mesi dall’incidente, ad Amelia (TR) non lontano dal comune dell’incidente, e riconsegnato ai suoi felicissimi proprietari.

I mici infatti spesso quando per qualche ragione si allontanano da un posto a loro conosciuto, soprattutto se l’allontanamento non è un fatto volontario -come in questo caso- sono molto guardinghi e cauti quindi spesso c’è speranza di ritrovarli. I mici infatti sono in natura contemporaneamente predatori e possibili prede, per cui cercano di studiare approfonditamente il territorio in cui si trovano per evitare possibili pericoli. Si muovono solo quando si sentono relativamente al sicuro, quindi nei momenti più tranquilli della giornata, la sera, la notte o la primissima mattina, che sono anche i momenti migliori per cercarli quando si perdono. Se qualcosa non li convince, aspettano, magari scegliendo un temporaneo riparo e, prima di agire avventatamente, riflettono. D’altronde, lo vediamo anche nel loro comportamento quotidiano, quando il nostro micio si nasconde in casa e non visto studia ciò che accade: rumori, suoni, movimenti.  

Darky deve avere certamente dato fondo a tutte le sue risorse feline, in questi mesi, ma alla fine ce l’ha fatta! Certo, ha avuto un piccolo “aiutino” dalla Rete, ma ora finalmente può godersi di nuovo la sua casa milanese e soprattutto i suoi aMici umani che non hanno mai smesso di cercarlo in tutto questo periodo.  


Visualizza ilmiogattoetornato in una mappa di dimensioni maggiori

Fonte : Corriere della Sera – Nella foto: Darky ritornato a casa si gode la poltrona e le coccole del suo padrone. Foto di Rosy Liguori

Darky il micio perso e ritornato grazie all’aiutino della reteultima modifica: 2011-11-04T16:47:00+00:00da ilmiogattoe
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento